News Nuova gestione ANF: come effettuare Richiesta e conguaglio

Nuova gestione ANF: come effettuare Richiesta e conguaglio

Assegni Familiari

Arrivano dall'INPS, nel messaggio n. 1777 del 2019, le istruzioni operative rivolte a lavoratori e dipendenti per l'applicazione della nuova disciplina che riguarda la richiesta e l'erogazione dell' Assegno per il Nucleo Familiare. L'Istituto illustra le modalità di consultazione degli importi spettanti, disponibili per cittadini patronati, aziende e intermediari, e specifica che, a partire dalla denuncia Uniemens di competenza del mese di luglio 2019, dovranno essere obbligatoriamente compilati alcuni campi appositamente dedicati alla gestione ANF.

  L'INPS ha pubblicato il messaggio n. 1777 dell'8 maggio 2019, con cui fornisce le indicazioni relative alle nuove modalità di presentazione della domanda di Assegno per il nucleo familiare per i lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo. A decorrere dal 1° aprile 2019, infatti, le domande per la prestazione familiare devono essere presentate direttamente all'INPS, esclusivamente in modalità telematica. Le domande già presentate al datore di lavoro fino alla data del 31/03/2019 con il modello ANF/DIP, per il periodo compreso tra il 1/07/2018 ed il 30/06/2019 o a valere sugli anni precedenti restano comunque valide. L'esito della domanda presentata e gli importi giornalieri e mensili massimi calcolati dall'INPS sono visibili al cittadino e ai patronati nella specifica sezione "Consultazione domanda", disponibile nell'area riservata. Il lavoratore dovrà comunicare l'esito positivo della richiesta al proprio datore di lavoro, il quale avrà accesso ai dati necessari all'erogazione e al conguaglio degli ANF attraverso una apposita applicazione. Procedimento di autorizzazione Al cittadino richiedente non sarà più inviato il provvedimento di accoglimento della domanda di autorizzazione (modello ANF43), ma l'Istituto procederà alla successiva istruttoria della domanda di "ANF DIP", da parte della Struttura territoriale competente. In caso di reiezione, invece, sarà inviato al richiedente il relativo provvedimento (modello ANF58). In caso di autorizzazione parziale rilasciata solo in riferimento ad alcuni componenti del nucleo familiare, l'importo della prestazione ANF sarà successivamente calcolato solo considerando il nucleo autorizzato.   Istruzioni per i datori di lavoro L'applicazione "Consultazione Importi ANF" consente di visualizzare le informazioni relative alle domande Assegno Nucleo Familiare Dipendenti (ANF DIP): importi massimi spettanti, giornalieri e mensili, e periodo di riferimento. È possibile effettuare: - una ricerca puntuale (per singolo codice fiscale lavoratore); - una richiesta massiva (per tutti i lavoratori di un'azienda per la quale il soggetto richiedente ha delega). Mentre in caso di ricerca puntuale l'informazione sarà immediatamente disponibile e visualizzabile in procedura, nel caso di richiesta massiva le informazioni saranno rese disponibili dopo i necessari tempi di elaborazione del sistema. Entrambe le modalità di consultazione consentono l'esportazione dei dati estratti in formato xml.   Compilazione del flusso Uniemens I flussi Uniemens fino alla denuncia contributiva di competenza del mese di 06/2019 dovranno essere trasmessi con le attuali modalità. A decorrere dalla dichiarazione contributiva di luglio 2019, è stato istituito nel flusso Uniemens (sezione "DenunciaIndividuale" di "PosContributiva" del flusso Uniemens aziende con dipendenti) un nuovo elemento volto ad associare a ciascun codice conguaglio ANF il periodo di riferimento e l'identificativo della domanda ANF. Pertanto, per conguagliare gli ANF anticipati ai lavoratori, i datori di lavoro dovranno compilare il nuovo elemento "InfoAggCausaliContrib", valorizzando: − nell'elemento "CodiceCausale": - 0035: ANF assegni correnti; - L036: Recupero assegni nucleo familiare arretrati; - H301: Assegni nucleo familiare ai lavoratori assistiti per Tbc; − nell'elemento "IdentiMotivoUtilizzoCausale", il codice fiscale del soggetto richiedente la prestazione ANF, non necessariamente coincidente con il codice fiscale del lavoratore; − nell'elemento "AnnoMeseRif", il periodo a cui si riferisce il conguaglio ANF; − nell'elemento "ImportoAnnoMeseRif", l'importo del conguaglio del periodo a cui si riferisce.

A cura della Redazione



In evidenza